The Three Year Plan for ICT in the Public Administration was translated by Artificial Intelligence. Read it in English

Menu di navigazione del network

Dati

I dati delle pubbliche amministrazioni, insieme ai meccanismi e alle piattaforme create per offrire servizi ai cittadini, sono uno dei principali patrimoni digitali della PA. Per sfruttarne le potenzialità è necessario superare la “logica a silos” in favore di una visione sistemica.

Il Piano ha individuato tre aree di azione per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico che riguardano le basi dati di interesse nazionale, gli open data e i vocabolari controllati.

Le basi dati sono l’ossatura del patrimonio informativo pubblico da rendere disponibile a tutte le PA, facilitando lo scambio di dati ed evitando di chiedere più volte la stessa informazione al cittadino o all’impresa.

Gli open data comportano un processo volto a rendere aperti e gratuiti per il riutilizzo e la redistribuzione i dati pubblici gestiti dalle PA, con la sola esclusione di quelli soggetti a particolari restrizioni.

I vocabolari controllati e i modelli di dati sono utili per favorire il processo di scambio dati tra le PA tramite codici e ontologie condivisi.

Per confrontarti

Le azioni

13 Utilizzo delle anagrafi IPA e INI-PEC

Tempi:
entro giugno 2018
Attori:
PA
Descrizione:

Le Pubbliche amministrazioni completano il popolamento e mantengono aggiornati i loro dati su IPA, come documentato sul relativo sito.

Le Pubbliche amministrazioni utilizzano IPA e INI-PEC nella gestione dei propri procedimenti.

Risultati:
---

14 Pubblicazione elenco basi di dati di interesse nazionale

Tempi:
entro luglio 2017
Attori:
AgID - PA
Descrizione:

AgID renderà disponibile sul proprio sito istituzionale e sul portale dati.gov.it, l’elenco delle basi di dati di interesse nazionale e le relative schede informative raccolte.

Le Pubbliche amministrazioni titolari di basi di dati di interesse nazionale provvedono a descrivere le stesse mediante una specifica scheda informativa che illustra le modalità di fruizione e i principali riferimenti tecnico-normativi delle basi di dati.

Risultati:
Schede informative (data di rilascio: giugno 2017)
Pagina web con elenco basi di dati di interesse nazionale (data di rilascio: luglio 2017)

15 Integrazione tra il repertorio nazionale dei dati territoriali e il catalogo dati.gov.it

Tempi:
entro dicembre 2017
Attori:
AgID
Descrizione:

AgID curerà l’allineamento delle informazioni contenute nel Repertorio nazionale dei dati territoriali (RNDT) rispetto al catalogo dati.gov.it, fornendo le opportune indicazioni operative per le amministrazioni e utilizzando gli strumenti utili per lo scambio di descrizioni dei dati e dei servizi territoriali che sono stati definiti in ambito europeo “Geo DCAT-AP”.

Risultati:
Indicazioni tecniche (data di rilascio: dicembre 2017)

16 Alimentazione del repertorio nazionale dei dati territoriali

Tempi:
in corso
Attori:
PA
Descrizione:

La documentazione dei dati territoriali (o geografici) deve avvenire attraverso il solo Repertorio nazionale dei dati territoriali (RNDT).

Per la documentazione di tali dati le PA utilizzano il profilo nazionale di metadati INSPIRE/RNDT.

Risultati:
---

17 Realizzazione Catalogo dei servizi (servizi.gov.it) e suo popolamento

Tempi:
in corso
Attori:
AgID - PA
Descrizione:

AgID completa la prima fase di implementazione del Catalogo dei servizi (servizi.gov.it) rilasciando un’applicazione che consenta alle PA di documentare i propri servizi.

AgID individua dei cosiddetti early adopter tra le PA che sperimentano l’uso dell’applicazione.

A partire da aprile 2017 saranno inoltre intraprese azioni di promozione per sensibilizzare e guidare le PA all’inserimento dei dati nel catalogo.

Le pubbliche amministrazioni early adopter, a partire da aprile 2017, provvedono a documentare i propri servizi nel catalogo dei servizi rispettando le specifiche del profilo di interoperabilità CPSV-AP_IT e riferendosi alla relativa ontologia. Dal 2018 le PA provvedono al popolamento del catalogo.

Risultati:
Applicazione per la raccolta dati (data di rilascio: aprile 2017)
Individuazione early adopter (data di rilascio: aprile 2017)

18 Completamento del popolamento di ANPR

Tempi:
entro dicembre 2018
Attori:
Comuni - Ministero dell'Interno - Sogei
Descrizione:

Tutti i dati delle anagrafi comunali (APR) migrano ad ANPR, in collaborazione tra Comuni, Ministero dell’Interno, e Sogei.

Risultati:
ANPR popolato con tutti i dati anagrafici dei Comuni italiani (data di rilascio: dicembre 2018)

19 Adeguamento delle basi di dati di interesse nazionale al Modello di interoperabilità

Tempi:
da gennaio 2018
Attori:
Pubbliche Amministrazioni titolari di basi dati di interesse nazionale
Descrizione:

Le amministrazioni titolari di basi di dati di interesse nazionale devono adottare tutte le misure che consentano la piena attuazione delle linee guida e delle relative regole tecniche e l’accesso alle stesse secondo i principi definiti dal Modello di interoperabilità.

Le basi di dati di interesse nazionale dovranno assicurare il flusso di dati verso il Data & Analytics Framework della Pubblica amministrazione.

Risultati:
---

20 Integrazione delle basi di dati con il DAF

Tempi:
da gennaio 2018
Attori:
PA - DAF
Descrizione:

Le PA interessante titolari delle basi di dati descritte nel capitolo provvedono a implementare dei canali di comunicazione con il Data & Analytics Framework, in modo da garantire l’aggiornamento dei dati nel DAF al momento della loro generazione. Le modalità di comunicazione saranno definite dall’owner del DAF e descritte in opportune linee guida.

Risultati:
Linee guida per l'integrazione con il DAF (data di rilascio: da definire)
Implementazione dei meccanismi di popolamento e messa in produzione dalle PA titolari dei dati (data di rilascio: da definire)

21 Banca dati degli operatori economici BDOE

Tempi:
entro luglio 2018
Attori:
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - AgID - Pubbliche Amministrazioni titolari di basi dati di interesse nazionale
Descrizione:

La Banca dati degli operatori economici (BDOE) funge da intermediario unico delle richieste da parte della stazione appaltante di documenti o dati di comprova dei requisiti dichiarati dall’operatore economico in fase di sottomissione dell’offerta. Permette inoltre di certificare il rispetto da parte della stazione appaltante dell’obbligo indicato al comma 1 Art.81 del D.Lgs 50/2016 .

La BDOE fornisce anche il servizio di comprova indicato da e-Certis per verificare le dichiarazioni degli operatori economici italiani.

Le basi di dati utilizzate dalla BDOE per recuperare le suddette informazioni sono i registri nazionali messi a disposizione dalle seguenti Amministrazioni: MISE, Agenzia delle Entrate, Unioncamere/Infocamere, Ministero della Giustizia, Ministero dell’Interno, ANAC, Ministero del Lavoro, INPS, INAIL, Casse Edili, Accredia, InarCassa e altre Casse professionali.

Il piano di integrazione della BDOE con le suddette basi di dati contempla anche l’adeguamento di queste ultime al fine di una gestione completamente digitale delle informazioni, prevedendone la storicizzazione.

Risultati:
Specifiche tecniche di integrazione della Banca dati degli operatori economici con le stazioni appaltanti e con le basi di dati che forniscono le informazioni di comprova (data di rilascio: settembre 2017)
Integrazione della Banca dati degli operatori economici con le basi di dati che già dispongono delle informazioni in formato digitale (data di rilascio: dicembre 2017)
Completamento dell’integrazione con le basi di dati e operatività della Banca dati degli operatori economici (data di rilascio: aprile 2018)

22 Aggiornamento delle linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico e predisposizione di standard per la gestione e la fruizione degli open data

Tempi:
entro dicembre 2017
Attori:
AgID - Team digitale
Descrizione:

Aggiornamento delle linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico per la descrizione dei processi di gestione e condivisione dei dataset che rientrano all’interno del catalogo nazionale dei dati.

Introduzione delle specifiche relative al rilascio di una piattaforma open source per la gestione del ciclo di vita degli open data delle PA (ad es. catalogazione, procedure di inserimento e aggiornamento dei dati, modalità di esposizione).

Risultati:
Linee guida (data di rilascio: luglio 2017)
Prototipo piattaforma open source su repository pubblico (data di rilascio: dicembre 2017)

23 Individuazione delle basi di dati chiave

Tempi:
entro giugno 2017
Attori:
AgID - Team digitale
Descrizione:

Individuazione di basi di dati chiave di particolare interesse per la collettività, da rendere disponibili come open data a livello nazionale, interrogabili secondo i principi descritti nel capitolo 5 “Modello di interoperabilità” e che usino Modelli di dati condivisi (sezione 4.1.4)

Risultati:
Elenco delle basi di dati chiave (data di rilascio: giugno 2017)

24 Evoluzione dati.gov.it

Tempi:
entro dicembre 2017
Attori:
AgID - Team digitale
Descrizione:

AgID, in collaborazione con il Team digitale, provvederà all’evoluzione dell’attuale catalogo dati.gov.it come spazio dedicato a:

  • documentare sia dati aperti sia basi di dati delle PA;

  • mostrare il livello di adeguamento delle PA al profilo di metadatazione DCAT-AP_IT;

  • monitorare lo stato di avanzamento del processo di apertura dei dati della PA, gli aspetti di qualità e il riutilizzo dei dati;

  • visualizzare i dati con strumenti di data visualization;

  • facilitare l’interrogazione dei dati via API, al fine di supportare lo sviluppo di applicazioni e servizi;

  • condividere modelli di dati comuni;

  • condividere principi e best practice relative al dato e alla sua gestione.

Il catalogo inoltre rappresenterà l’unico punto di accesso nazionale per l’interazione con analoghe iniziative europee in materia di dati.

Il progetto di sviluppo di dati.gov.it sarà reso aperto, disponibile su repository pubblico al fine di fornire una piattaforma di default pronta per il riuso da parte delle PA.

Risultati:
Evoluzione dati.gov.it (data di rilascio: dicembre 2017)

25 Popolamento di dati.gov.it

Tempi:
in corso
Attori:
PA
Descrizione:

Le Pubbliche amministrazioni provvedono, nel rispetto delle Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico, al corretto popolamento del catalogo nazionale dei dati.

Le PA dovranno dotarsi delle infrastrutture di gestione e pubblicazione dei dati previste dalle sopra citate linee guida, o, in mancanza, adottare la piattaforma di default messa a disposizione da AgID e dal Team digitale secondo quanto stabilito nell’azione precedente.

Risultati:
---

26 Predisposizione dei metadati che descrivono basi di dati e dati aperti secondo il profilo DCAT-AP_IT

Tempi:
entro dicembre 2017
Attori:
PA
Descrizione:

Le PA espongono i metadati, relativi alle basi di dati e dati aperti di cui sono titolari, rispettando le specifiche DCAT-AP_IT (profilo nazionale di metadatazione pienamente conforme a quello europeo DCAT-AP) e seguendo la semantica espressa dalla relativa ontologia pubblicata su dati.gov.it.

Risultati:
Metadati conformi a DCAT-AP_IT (data di rilascio: dicembre 2017)

27 Definizione e approvazione del paniere dinamico di dataset (Agenda nazionale per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico)

Tempi:
da aprile 2017
Attori:
AgID - Team digitale - tutte le PA
Descrizione:

AgID e il Team digitale raccolgono in un unico documento, aggiornabile di anno in anno:

  • le basi di dati individuate nelle precedenti azioni;

  • le informazioni relative alle richieste di apertura di dataset da parte della società civile;

  • le informazioni su impegni di apertura provenienti da iniziative istituzionali quali per esempio l’Open Government Partnership (OGP);

  • le segnalazioni di dataset chiave che le PA intendono rendere disponibili in open data secondo i propri piani di rilascio e nel rispetto di quanto è complessivamente previsto nel paniere stesso.

L’allegato 5 “Paniere dataset per open data” rappresenta un primo insieme di dataset e una prima azione di monitoraggio. Il Paniere è stato predisposto considerando tutti i dataset inclusi nelle agende per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico degli anni 2013, 2014 e 2015, nonché i dataset derivanti da iniziative internazionali (ad es. Open Data Charter, Open Government Partnership), dai piani di rilascio di alcune Regioni e PA centrali e da alcune richieste della società civile emerse a seguito di consultazioni pubbliche ufficiali.

AgID pubblica il Paniere sul proprio sito istituzionale e su dati.gov.it.

Risultati:
Paniere dinamico di dataset (data di rilascio: febbraio di ogni anno)

28 Monitoraggio open data (Rapporto annuale per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico)

Tempi:
in corso
Attori:
AgID - Dipartimento della Funzione Pubblica - tutte le PA
Descrizione:

AgID utilizza il Paniere dinamico come base di riferimento per l’espletamento di azioni di monitoraggio previste nel contesto dell’Accordo di Partenariato Italia 2014-2020, dell’art. 52 del CAD e dell’implementazione della direttiva europea PSI 2.0 (Public Sector Information).

In particolare, AgID definisce e mantiene aggiornato un indicatore di monitoraggio (che considera anche aspetti di qualità dei dati aperti) e predispone il Rapporto per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico (art. 52 del CAD).

Entro il mese di gennaio di ogni anno, AgID sottopone il Rapporto al Dipartimento della Funzione Pubblica che lo approva entro il mese di febbraio. AgID pubblica il Rapporto in open data sul proprio sito istituzionale e su dati.gov.it.

Risultati:
Rapporto di monitoraggio (data di rilascio: febbraio di ogni anno)

29 Realizzazione del Registro dei vocabolari controllati e dei modelli dei dati

Tempi:
da maggio 2017
Attori:
AgID - PA
Descrizione:
  • analisi delle ontologie di riferimento e dei vocabolari controllati per la PA;

  • definizione delle ontologie di riferimento per le basi di dati chiave individuate in 4.1.3 e per dati trasversali ai diversi domini applicativi (ad es. luoghi e organizzazioni);

  • pubblicazione delle ontologie e dei vocabolari controllati attraverso il nuovo dati.gov.it;

  • analisi delle necessità e delle risorse già disponibili;

  • individuazione di un primo insieme di vocabolari controllati e dei relativi owner;

  • definizione del Registro.

Risultati:
Rilascio prima versione del Registro (data di rilascio: gennaio 2018)

30 Utilizzo del Registro dei vocabolari controllati e dei modelli dei dati

Tempi:
da gennaio 2018
Attori:
PA
Descrizione:

Le PA titolari delle banche dati di interesse nazionale, così come definite all’art. 60 del CAD, sono tenute a normalizzare i dati sulla base delle risorse contenute Registro dei vocabolari controllati e dei modelli dei dati.

Le altre PA avviano un processo di normalizzazione dei propri dati sulla base delle risorse contenute nei vocabolari controllati e dei modelli dei dati.

Risultati:
---

13 Utilizzo delle anagrafi IPA e INI-PEC

Tempi:
entro giugno 2018
Attori:
PA
Descrizione:

Le Pubbliche amministrazioni completano il popolamento e mantengono aggiornati i loro dati su IPA, come documentato sul relativo sito.

Le Pubbliche amministrazioni utilizzano IPA e INI-PEC nella gestione dei propri procedimenti.

Risultati:
---

14 Pubblicazione elenco basi di dati di interesse nazionale

Tempi:
entro luglio 2017
Attori:
AgID - PA
Descrizione:

AgID renderà disponibile sul proprio sito istituzionale e sul portale dati.gov.it, l’elenco delle basi di dati di interesse nazionale e le relative schede informative raccolte.

Le Pubbliche amministrazioni titolari di basi di dati di interesse nazionale provvedono a descrivere le stesse mediante una specifica scheda informativa che illustra le modalità di fruizione e i principali riferimenti tecnico-normativi delle basi di dati.

Risultati:
Schede informative (data di rilascio: giugno 2017)
Pagina web con elenco basi di dati di interesse nazionale (data di rilascio: luglio 2017)

16 Alimentazione del repertorio nazionale dei dati territoriali

Tempi:
in corso
Attori:
PA
Descrizione:

La documentazione dei dati territoriali (o geografici) deve avvenire attraverso il solo Repertorio nazionale dei dati territoriali (RNDT).

Per la documentazione di tali dati le PA utilizzano il profilo nazionale di metadati INSPIRE/RNDT.

Risultati:
---

17 Realizzazione Catalogo dei servizi (servizi.gov.it) e suo popolamento

Tempi:
in corso
Attori:
AgID - PA
Descrizione:

AgID completa la prima fase di implementazione del Catalogo dei servizi (servizi.gov.it) rilasciando un’applicazione che consenta alle PA di documentare i propri servizi.

AgID individua dei cosiddetti early adopter tra le PA che sperimentano l’uso dell’applicazione.

A partire da aprile 2017 saranno inoltre intraprese azioni di promozione per sensibilizzare e guidare le PA all’inserimento dei dati nel catalogo.

Le pubbliche amministrazioni early adopter, a partire da aprile 2017, provvedono a documentare i propri servizi nel catalogo dei servizi rispettando le specifiche del profilo di interoperabilità CPSV-AP_IT e riferendosi alla relativa ontologia. Dal 2018 le PA provvedono al popolamento del catalogo.

Risultati:
Applicazione per la raccolta dati (data di rilascio: aprile 2017)
Individuazione early adopter (data di rilascio: aprile 2017)

18 Completamento del popolamento di ANPR

Tempi:
entro dicembre 2018
Attori:
Comuni - Ministero dell'Interno - Sogei
Descrizione:

Tutti i dati delle anagrafi comunali (APR) migrano ad ANPR, in collaborazione tra Comuni, Ministero dell’Interno, e Sogei.

Risultati:
ANPR popolato con tutti i dati anagrafici dei Comuni italiani (data di rilascio: dicembre 2018)

19 Adeguamento delle basi di dati di interesse nazionale al Modello di interoperabilità

Tempi:
da gennaio 2018
Attori:
Pubbliche Amministrazioni titolari di basi dati di interesse nazionale
Descrizione:

Le amministrazioni titolari di basi di dati di interesse nazionale devono adottare tutte le misure che consentano la piena attuazione delle linee guida e delle relative regole tecniche e l’accesso alle stesse secondo i principi definiti dal Modello di interoperabilità.

Le basi di dati di interesse nazionale dovranno assicurare il flusso di dati verso il Data & Analytics Framework della Pubblica amministrazione.

Risultati:
---

20 Integrazione delle basi di dati con il DAF

Tempi:
da gennaio 2018
Attori:
PA - DAF
Descrizione:

Le PA interessante titolari delle basi di dati descritte nel capitolo provvedono a implementare dei canali di comunicazione con il Data & Analytics Framework, in modo da garantire l’aggiornamento dei dati nel DAF al momento della loro generazione. Le modalità di comunicazione saranno definite dall’owner del DAF e descritte in opportune linee guida.

Risultati:
Linee guida per l'integrazione con il DAF (data di rilascio: da definire)
Implementazione dei meccanismi di popolamento e messa in produzione dalle PA titolari dei dati (data di rilascio: da definire)

21 Banca dati degli operatori economici BDOE

Tempi:
entro luglio 2018
Attori:
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - AgID - Pubbliche Amministrazioni titolari di basi dati di interesse nazionale
Descrizione:

La Banca dati degli operatori economici (BDOE) funge da intermediario unico delle richieste da parte della stazione appaltante di documenti o dati di comprova dei requisiti dichiarati dall’operatore economico in fase di sottomissione dell’offerta. Permette inoltre di certificare il rispetto da parte della stazione appaltante dell’obbligo indicato al comma 1 Art.81 del D.Lgs 50/2016 .

La BDOE fornisce anche il servizio di comprova indicato da e-Certis per verificare le dichiarazioni degli operatori economici italiani.

Le basi di dati utilizzate dalla BDOE per recuperare le suddette informazioni sono i registri nazionali messi a disposizione dalle seguenti Amministrazioni: MISE, Agenzia delle Entrate, Unioncamere/Infocamere, Ministero della Giustizia, Ministero dell’Interno, ANAC, Ministero del Lavoro, INPS, INAIL, Casse Edili, Accredia, InarCassa e altre Casse professionali.

Il piano di integrazione della BDOE con le suddette basi di dati contempla anche l’adeguamento di queste ultime al fine di una gestione completamente digitale delle informazioni, prevedendone la storicizzazione.

Risultati:
Specifiche tecniche di integrazione della Banca dati degli operatori economici con le stazioni appaltanti e con le basi di dati che forniscono le informazioni di comprova (data di rilascio: settembre 2017)
Integrazione della Banca dati degli operatori economici con le basi di dati che già dispongono delle informazioni in formato digitale (data di rilascio: dicembre 2017)
Completamento dell’integrazione con le basi di dati e operatività della Banca dati degli operatori economici (data di rilascio: aprile 2018)

25 Popolamento di dati.gov.it

Tempi:
in corso
Attori:
PA
Descrizione:

Le Pubbliche amministrazioni provvedono, nel rispetto delle Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico, al corretto popolamento del catalogo nazionale dei dati.

Le PA dovranno dotarsi delle infrastrutture di gestione e pubblicazione dei dati previste dalle sopra citate linee guida, o, in mancanza, adottare la piattaforma di default messa a disposizione da AgID e dal Team digitale secondo quanto stabilito nell’azione precedente.

Risultati:
---

26 Predisposizione dei metadati che descrivono basi di dati e dati aperti secondo il profilo DCAT-AP_IT

Tempi:
entro dicembre 2017
Attori:
PA
Descrizione:

Le PA espongono i metadati, relativi alle basi di dati e dati aperti di cui sono titolari, rispettando le specifiche DCAT-AP_IT (profilo nazionale di metadatazione pienamente conforme a quello europeo DCAT-AP) e seguendo la semantica espressa dalla relativa ontologia pubblicata su dati.gov.it.

Risultati:
Metadati conformi a DCAT-AP_IT (data di rilascio: dicembre 2017)

27 Definizione e approvazione del paniere dinamico di dataset (Agenda nazionale per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico)

Tempi:
da aprile 2017
Attori:
AgID - Team digitale - tutte le PA
Descrizione:

AgID e il Team digitale raccolgono in un unico documento, aggiornabile di anno in anno:

  • le basi di dati individuate nelle precedenti azioni;

  • le informazioni relative alle richieste di apertura di dataset da parte della società civile;

  • le informazioni su impegni di apertura provenienti da iniziative istituzionali quali per esempio l’Open Government Partnership (OGP);

  • le segnalazioni di dataset chiave che le PA intendono rendere disponibili in open data secondo i propri piani di rilascio e nel rispetto di quanto è complessivamente previsto nel paniere stesso.

L’allegato 5 “Paniere dataset per open data” rappresenta un primo insieme di dataset e una prima azione di monitoraggio. Il Paniere è stato predisposto considerando tutti i dataset inclusi nelle agende per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico degli anni 2013, 2014 e 2015, nonché i dataset derivanti da iniziative internazionali (ad es. Open Data Charter, Open Government Partnership), dai piani di rilascio di alcune Regioni e PA centrali e da alcune richieste della società civile emerse a seguito di consultazioni pubbliche ufficiali.

AgID pubblica il Paniere sul proprio sito istituzionale e su dati.gov.it.

Risultati:
Paniere dinamico di dataset (data di rilascio: febbraio di ogni anno)

28 Monitoraggio open data (Rapporto annuale per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico)

Tempi:
in corso
Attori:
AgID - Dipartimento della Funzione Pubblica - tutte le PA
Descrizione:

AgID utilizza il Paniere dinamico come base di riferimento per l’espletamento di azioni di monitoraggio previste nel contesto dell’Accordo di Partenariato Italia 2014-2020, dell’art. 52 del CAD e dell’implementazione della direttiva europea PSI 2.0 (Public Sector Information).

In particolare, AgID definisce e mantiene aggiornato un indicatore di monitoraggio (che considera anche aspetti di qualità dei dati aperti) e predispone il Rapporto per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico (art. 52 del CAD).

Entro il mese di gennaio di ogni anno, AgID sottopone il Rapporto al Dipartimento della Funzione Pubblica che lo approva entro il mese di febbraio. AgID pubblica il Rapporto in open data sul proprio sito istituzionale e su dati.gov.it.

Risultati:
Rapporto di monitoraggio (data di rilascio: febbraio di ogni anno)

29 Realizzazione del Registro dei vocabolari controllati e dei modelli dei dati

Tempi:
da maggio 2017
Attori:
AgID - PA
Descrizione:
  • analisi delle ontologie di riferimento e dei vocabolari controllati per la PA;

  • definizione delle ontologie di riferimento per le basi di dati chiave individuate in 4.1.3 e per dati trasversali ai diversi domini applicativi (ad es. luoghi e organizzazioni);

  • pubblicazione delle ontologie e dei vocabolari controllati attraverso il nuovo dati.gov.it;

  • analisi delle necessità e delle risorse già disponibili;

  • individuazione di un primo insieme di vocabolari controllati e dei relativi owner;

  • definizione del Registro.

Risultati:
Rilascio prima versione del Registro (data di rilascio: gennaio 2018)

30 Utilizzo del Registro dei vocabolari controllati e dei modelli dei dati

Tempi:
da gennaio 2018
Attori:
PA
Descrizione:

Le PA titolari delle banche dati di interesse nazionale, così come definite all’art. 60 del CAD, sono tenute a normalizzare i dati sulla base delle risorse contenute Registro dei vocabolari controllati e dei modelli dei dati.

Le altre PA avviano un processo di normalizzazione dei propri dati sulla base delle risorse contenute nei vocabolari controllati e dei modelli dei dati.

Risultati:
---
torna all'inizio dei contenuti