Menu di navigazione del network



FAQ
Sezione in costante aggiornamento - Vi invitiamo a consultare periodicamente questa pagina.

1 - Quali sono gli obiettivi del Piano Triennale?

Il Piano costituisce una guida operativa per la transizione al digitale ed è il riferimento per le amministrazioni centrali e locali nella realizzazione dell’agenda digitale. Gli obiettivi più rilevanti del Piano Triennale 2019-2021 sono:

  • declinare la strategia di digitalizzazione a livello locale e nazionale;
  • indirizzare l’attuazione dei principi di razionalizzazione della spesa definiti dalla Legge di Stabilità 2016;
  • definire regole di interoperabilità, usabilità, standard e ontologie per le infrastrutture immateriali e fisiche nazionali, oltre che il modello di cooperazione fra ecosistemi e piattaforme;
  • accompagnare le amministrazioni nella realizzazione di servizi digitali, organizzati in ecosistemi secondo i bisogni di cittadini e di imprese;
  • facilitare il rapporto con il mercato definendo standard di riferimento e priorità e coinvolgendo anche i soggetti privati nello sviluppo di servizi integrati ed interoperabili.

2 - Che differenza c’è tra Strategia per la Crescita Digitale e Piano Triennale?

La Strategia per la Crescita Digitale è la componente dell’Agenda digitale italiana rivolta allo sviluppo dei servizi digitali delle Pubbliche Amministrazioni. Contiene le indicazioni per rendere più efficiente la PA attraverso la adozione di piattaforme e infrastrutture in grado di abilitare servizi che mettano al centro le esigenze di cittadini e imprese.

Le risorse finanziarie rese disponibili dalla UE nel ciclo 2014-2020 dei Fondi Strutturali relative all’obiettivo della crescita digitale devono essere utilizzate in coerenza con la Strategia approvata.

L’attuazione della Strategia richiede il coordinamento di molteplici azioni in capo alla Pubblica Amministrazione, alle imprese e alla società civile, una gestione integrata delle diverse fonti di finanziamento nazionali e comunitarie, oltre che un indirizzo uniforme nell’interpretazione delle norme in materia di digitale.

Il Piano Triennale contiene la declinazione operativa e tecnica della Strategia “Crescita digitale”.

3 - Quali sono le figure che, all’interno delle amministrazioni, devono conoscere il Piano?

All’interno della Pubblica Amministrazione, i primi destinatari sono il Responsabile per la transizione al digitale e i suoi collaboratori, che supporteranno tutte le direzioni coinvolte nella pianificazione e nella applicazione della strategia di trasformazione digitale dell’Ente, oltre ai responsabili del budget e il Data Protection Officer DPO.

4 - Quali sono le novità e i più importanti cambiamenti contenuti nel Piano?

Le principali novità del Piano Triennale 2019-2021 riguardano:

  • un maggiore risalto al ruolo delle amministrazioni territoriali, che saranno accompagnate nel loro percorso di trasformazione digitale, attraverso la condivisione di strategie e piani operativi, ma anche di buone pratiche già adottate che aiutino a colmare rapidamente il divario digitale tra i diversi territori del Paese;
  • il recepimento delle ultime modifiche introdotte del Codice dell’Amministrazione Digitale (CAD) e delle recenti direttive e regolamenti europei sull’innovazione digitale;
  • il rafforzamento del paradigma Cloud della PA con l’applicazione del principio cloud first;
  • la definizione di modelli e strumenti per l’innovazione per la PA con un’attenzione ai temi dell’open innovation e al paradigma smart landscape;
  • l’accompagnamento concreto delle PA nel loro percorso di trasformazione digitale, condividendo strategie e piani operativi e facendo emergere le buone pratiche;
  • il rafforzamento del tema delle competenze manageriali e digitali all’interno delle pubbliche amministrazioni attraverso iniziative concrete di sensibilizzazione e di formazione;
  • l’adozione di una nuova chiave di lettura delle Linee d’azione, che individua le aree di intervento e l’impatto su cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni, nel breve, medio e lungo periodo.

5 - Chi ha partecipato all’elaborazione del Piano Triennale 2019- 2021?

Hanno contribuito attivamente alla definizione del Piano Triennale tutte le amministrazioni, tutti gli enti e tutte le organizzazioni elencati nella sezione “Ringraziamenti” del Piano stesso.

6 - Come si aggiorna il Piano Triennale?

A cadenza annuale verranno pubblicati gli aggiornamenti del Piano a seguito dell’approvazione da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri o dal Ministro delegato. Gli aggiornamenti tengono conto dei suggerimenti e delle raccomandazioni provenienti non solo dalle Pubbliche amministrazioni, ma anche dal mercato, dalle imprese e dai cittadini.

torna all'inizio dei contenuti