Menu di navigazione del network

Modello di interoperabilità

Il Modello di interoperabilità rappresenta un asse portante dell’intero Sistema informativo della PA, per assicurare le condizioni necessarie all’interazione e allo scambio di informazioni tra le amministrazioni pubbliche.

Attraverso la piena collaborazione tra le amministrazioni pubbliche, da realizzarsi attuando il paradigma once only nella reingegnerizzazione dei processi, si possono raggiungere cruciali obiettivi di semplificazione e riduzione degli oneri burocratici su cittadini e imprese.

L’obiettivo è quello realizzare le azioni per far transitare le amministrazioni, in maniera coordinata, da SPC-Coop al nuovo Modello di interoperabilità e ottenere inoltre l’armonizzazione delle architetture infrastrutturali della PA.

Per approfondire
Per confrontarti

Le azioni

11 Transizione dei servizi SP-Coop al nuovo Modello da parte delle PA

Tempi:
In corso
Attori:
PA - AGID
Descrizione:

Per le piattaforme esistenti e per le attività progettuali in corso, le PA seguono le indicazioni nelle Linee guida per transitare al nuovo Modello di interoperabilità emanate da AGID con Determina 219/2017.

Per dismettere SP-Coop, di specie le porte di dominio (PdD) in esso previste, le PA erogatrici predispongono un “piano di interfacciamento diretto” per assicurare l’accesso ai servizi attualmente in produzione. Nell’allegato 3 “Indicazioni operative per la migrazione dei servizi SP-Coop” sono riportate le indicazioni operative per la predisposizione dei citati piani. AGID pubblica le pianificazioni ricevute sul proprio sito istituzionale. Questo consente alle PA di pianificare:

  • i tempi per reindirizzare i sistemi che fruiscono di servizi attualmente in produzione verso le predisposte Interfacce di servizio con accesso diretto;

  • la data di definitiva dismissione delle porte di dominio, anch’essa da comunicare all’AGID.

Qualora il servizio di una PA erogatrice all’interno del dominio SP-Coop debba essere fruito da una nuova entità senza PdD, l’interfacciamento diretto deve essere previsto con tempi compatibili con le necessità del nuovo fruitore.

Risultati:
  • Le PA erogatrici di servizi predispongono ed inviano ad AGID i “piani di interfacciamento diretto” (entro aprile 2019).

  • AGID pubblica le pianificazioni ricevute sul proprio sito istituzionale (entro giugno 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA

12 Adozione delle linee guida del nuovo Modello di interoperabilità

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - PA - Gestori di pubblici servizi - Società a controllo pubblico
Descrizione:

Emanazione delle Linee guida del Modello di interoperabilità per le pubbliche amministrazioni e gli altri soggetti interessati (cittadini e imprese).

Le Linee guida individuano gli standard tecnologici e le modalità di utilizzo da parte delle PA. Le PA realizzano le Interfacce di servizio per abilitare la comunicazione tra i sistemi informatici della PA e di questi con cittadini ed imprese.

Le Linee guida sono costituite da:

  • presentazione del Modello di Interoperabilità 2018;

  • tecnologie ed approcci all’Integrazione ed Interoperabilità;

  • pattern e profili di interoperabilità;

  • governance del Modello di interoperabilità;

  • registri e Cataloghi.

I documenti sopra elencati sono messi in consultazione pubblica, favorendo la consapevolezza delle PA sul nuovo modello. A chiusura della fase di consultazione, le Linee guida seguiranno le modalità di emanazione previste dall’articolo 71 comma 1 del CAD.

Risultati:
  • AGID pubblica in consultazione i documenti che costituiscono le Linee guida del Modello di interoperabilità (entro giugno 2019).

  • Le PA adottano le Linee guida a completamento del processo di emanazione.

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA

13 Realizzazione e popolamento del “Catalogo delle Interfacce di Servizio"

Tempi:
Da dicembre 2019
Attori:
AGID - PA
Descrizione:

AGID realizza il “Catalogo delle Interfacce di servizio” che consente la condivisione delle Interfacce di servizio realizzate dalla PA. AGID definisce le modalità per la gestione del Catalogo, che tiene conto:

  • della specificità dei territori e dei diversi ambiti entro cui la PA opera;

  • della necessità di evitare ridondanze e/o sovrapposizioni in termini di competenze e contenuti.

Le PA, nell’attuazione delle regole del Modello di interoperabilità, implementano le proprie Interfacce di servizio e popolano il Catalogo, al fine di agevolarne l’utilizzo da parte degli sviluppatori.

Risultati:
  • AGID realizza la prima release del Catalogo (dicembre 2020).

  • Le PA pubblicano le Interfacce di servizio (da gennaio 2021).

Aree di intervento:

Nel medio periodo impatto sulle PA e sulle imprese; nel lungo periodo, impatto sui cittadini.

11 Transizione dei servizi SP-Coop al nuovo Modello da parte delle PA

Tempi:
In corso
Attori:
PA - AGID
Descrizione:

Per le piattaforme esistenti e per le attività progettuali in corso, le PA seguono le indicazioni nelle Linee guida per transitare al nuovo Modello di interoperabilità emanate da AGID con Determina 219/2017.

Per dismettere SP-Coop, di specie le porte di dominio (PdD) in esso previste, le PA erogatrici predispongono un “piano di interfacciamento diretto” per assicurare l’accesso ai servizi attualmente in produzione. Nell’allegato 3 “Indicazioni operative per la migrazione dei servizi SP-Coop” sono riportate le indicazioni operative per la predisposizione dei citati piani. AGID pubblica le pianificazioni ricevute sul proprio sito istituzionale. Questo consente alle PA di pianificare:

  • i tempi per reindirizzare i sistemi che fruiscono di servizi attualmente in produzione verso le predisposte Interfacce di servizio con accesso diretto;

  • la data di definitiva dismissione delle porte di dominio, anch’essa da comunicare all’AGID.

Qualora il servizio di una PA erogatrice all’interno del dominio SP-Coop debba essere fruito da una nuova entità senza PdD, l’interfacciamento diretto deve essere previsto con tempi compatibili con le necessità del nuovo fruitore.

Risultati:
  • Le PA erogatrici di servizi predispongono ed inviano ad AGID i “piani di interfacciamento diretto” (entro aprile 2019).
  • AGID pubblica le pianificazioni ricevute sul proprio sito istituzionale (entro giugno 2019).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA

12 Adozione delle linee guida del nuovo Modello di interoperabilità

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - PA - Gestori di pubblici servizi - Società a controllo pubblico
Descrizione:

Emanazione delle Linee guida del Modello di interoperabilità per le pubbliche amministrazioni e gli altri soggetti interessati (cittadini e imprese).

Le Linee guida individuano gli standard tecnologici e le modalità di utilizzo da parte delle PA. Le PA realizzano le Interfacce di servizio per abilitare la comunicazione tra i sistemi informatici della PA e di questi con cittadini ed imprese.

Le Linee guida sono costituite da:

  • presentazione del Modello di Interoperabilità 2018;

  • tecnologie ed approcci all’Integrazione ed Interoperabilità;

  • pattern e profili di interoperabilità;

  • governance del Modello di interoperabilità;

  • registri e Cataloghi.

I documenti sopra elencati sono messi in consultazione pubblica, favorendo la consapevolezza delle PA sul nuovo modello. A chiusura della fase di consultazione, le Linee guida seguiranno le modalità di emanazione previste dall’articolo 71 comma 1 del CAD.

Risultati:
  • AGID pubblica in consultazione i documenti che costituiscono le Linee guida del Modello di interoperabilità (entro giugno 2019).
  • Le PA adottano le Linee guida a completamento del processo di emanazione.
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA

13 Realizzazione e popolamento del “Catalogo delle Interfacce di Servizio"

Tempi:
Da dicembre 2019
Attori:
AGID - PA
Descrizione:

AGID realizza il “Catalogo delle Interfacce di servizio” che consente la condivisione delle Interfacce di servizio realizzate dalla PA. AGID definisce le modalità per la gestione del Catalogo, che tiene conto:

  • della specificità dei territori e dei diversi ambiti entro cui la PA opera;

  • della necessità di evitare ridondanze e/o sovrapposizioni in termini di competenze e contenuti.

Le PA, nell’attuazione delle regole del Modello di interoperabilità, implementano le proprie Interfacce di servizio e popolano il Catalogo, al fine di agevolarne l’utilizzo da parte degli sviluppatori.

Risultati:
  • AGID realizza la prima release del Catalogo (dicembre 2020).
  • Le PA pubblicano le Interfacce di servizio (da gennaio 2021).
Aree di intervento:

Nel medio periodo impatto sulle PA e sulle imprese; nel lungo periodo, impatto sui cittadini.

torna all'inizio dei contenuti