The Three Year Plan for ICT in the Public Administration was translated by Artificial Intelligence. Read it in English

Menu di navigazione del network

Interoperabilità

La definizione di un modello di interoperabilità è un asse portante dell’intero Sistema informativo pubblico: assicura l’interazione e lo scambio di informazioni tra le PA senza necessità di specifiche integrazioni. In questo modo è possibile garantire la piena collaborazione tra le amministrazioni pubbliche e i soggetti privati.

Il consolidamento e la definizione di un nuovo modello di interoperabilità, vede AgID impegnata nella definizione di regole tecniche, linee guida, standard tecnologici e profili che ogni PA deve adottare.

L’obiettivo è creare condizioni tecnologiche che favoriscano lo sviluppo di soluzioni applicative innovative orientate a cittadini, imprese e alle amministrazioni stesse.

Per confrontarti

Le azioni

47 Linee guida del nuovo Modello di interoperabilità

Tempi:
entro dicembre 2017
Attori:
AgID
Descrizione:

Emanazione delle linee guida utili alle Pubbliche amministrazioni e agli altri attori del Sistema informativo della PA per aderire al Modello di interoperabilità. Più precisamente verranno fornite le indicazioni che dovranno essere adottate (in termini di standard tecnologici, di profili di interoperabilità e di protocolli di comunicazione) per la realizzazione delle API necessarie all’adeguamento delle componenti descritte nel capitolo 4 “Infrastrutture immateriali” e nel capitolo 6 “Ecosistemi”. Verranno altresì fornite le indicazioni per la realizzazione delle nuove applicazioni per gli utenti finali, descritte nel capitolo 7 “Strumenti per la generazione e diffusione di servizi digitali” e per il popolamento del Data & Analytics Framework.

La pubblicazione delle linee guide sarà preceduta dall’emissione di un documento riportante la roadmap di evoluzione dal vecchio al nuovo modello ed un piano di phase-out per gli elementi infrastrutturali, previsti dal vecchio modello, in via di dismissione.

Risultati:
Linee guida per transitare al nuovo Modello di interoperabilità (data di rilascio: maggio 2017)
Linee guida del nuovo Modello di interoperabilità (data di rilascio versione 1.0: dicembre 2017)

48 Adozione del Modello da parte delle PA

Tempi:
da maggio 2017
Attori:
AgID - PA
Descrizione:

Per le piattaforme esistenti e per le attività progettuali già in corso le PA adottano le linee guida di transizione, mentre per le nuove realizzazioni si adeguano al nuovo Modello.

Risultati:
---

49 Catalogo delle API

Tempi:
da giugno 2017
Attori:
AgID
Descrizione:

AgID realizzerà un apposito Catalogo delle API, che consentirà la condivisione delle API realizzate dalla PA. Attraverso le informazioni registrate nel Catalogo si realizza un punto di esposizione nel quale saranno censite e documentate le API condivise dagli utenti e utili agli sviluppatori e agli altri soggetti coinvolti negli Ecosistemi. Nondimeno, nel rispetto del diritto alla privacy in merito ai dati trattati, le API potranno essere utilizzate anche da soggetti esterni alla PA.

AgID definirà un apposito set di regole di utilizzo e un modello di governance per la gestione.

Risultati:
Prima release del Catalogo (data di rilascio: dicembre 2017)

50 Popolamento catalogo API

Tempi:
da gennaio 2018
Attori:
PA
Descrizione:

Le PA, nell’attuazione delle regole del Modello di interoperabilità, daranno seguito all’implementazione di API e al successivo popolamento del Catalogo, al fine di agevolarne l’utilizzo da parte degli sviluppatori.

Risultati:
---

48 Adozione del Modello da parte delle PA

Tempi:
da maggio 2017
Attori:
AgID - PA
Descrizione:

Per le piattaforme esistenti e per le attività progettuali già in corso le PA adottano le linee guida di transizione, mentre per le nuove realizzazioni si adeguano al nuovo Modello.

Risultati:
---

50 Popolamento catalogo API

Tempi:
da gennaio 2018
Attori:
PA
Descrizione:

Le PA, nell’attuazione delle regole del Modello di interoperabilità, daranno seguito all’implementazione di API e al successivo popolamento del Catalogo, al fine di agevolarne l’utilizzo da parte degli sviluppatori.

Risultati:
---
torna all'inizio dei contenuti