Menu di navigazione del network

Piattaforme

Le Piattaforme offrono funzionalità fondamentali, trasversali e riusabili nella digitalizzazione dei processi della PA, sollevando le amministrazioni dalla necessità di dover realizzare ex novo funzionalità, riducendo i tempi e i costi di attuazione dei servizi e garantendo maggiore sicurezza informatica.

Il Piano prosegue nel percorso di evoluzione delle piattaforme esistenti (SPID, pagoPA, ANPR, CIE) e individua una serie di azioni volte a promuovere i processi di adozione, ad aggiungere nuove funzionalità e ad adeguare costantemente la tecnologia utilizzata e il livello di sicurezza.

Per altre piattaforme, come NoiPA e Siope+, è pianificata l’evoluzione della soluzione attualmente disponibile. Per altre ancora, come il sistema di Public e-procurement, i poli di conservazione e il Sistema di Gestione Procedimenti Amministrativi nazionali è descritto il processo di progettazione e di implementazione.

Per approfondire
Per confrontarti

Le azioni

28 Adeguamento/evoluzione delle piattaforme telematiche di e-procurement

Tempi:
In corso
Attori:
PA
Descrizione:

Le amministrazioni esercitano le proprie funzioni di stazione appaltante avvalendosi di sistemi telematici di acquisto e negoziazione (piattaforme telematiche). L’utilizzo di tali sistemi avviene nei seguenti termini:

  • utilizzo di una piattaforma già in possesso dell’amministrazione;

  • utilizzo di una piattaforma messa a disposizione da uno dei soggetti aggregatori e/o da Centrali di committenza;

  • riuso del software messo a disposizione da altre PA;

  • utilizzo di servizi per le piattaforme offerti in SaaS da operatori di mercato.

Nella fase di adozione delle piattaforme telematiche di e-procurement, l’Agenzia fornirà supporto alle Regioni nello sviluppo di piattaforme che saranno messe a disposizione delle amministrazioni territoriali.

Risultati:
  • Le piattaforme dovranno adeguarsi alle regole tecniche del Decreto ministeriale di cui all’articolo 44 del Codice dei Contratti Pubblici (dalla data di pubblicazione del decreto attuativo).

Aree di intervento:

Nel breve e medio periodo, impatto sulle PA e sulle imprese fornitrici delle piattaforme.

29 Messa in esercizio della BDOE

Tempi:
In corso
Attori:
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - AGID - Autorità Nazionale Anticorruzione - Pubbliche amministrazioni titolari di basi dati di interesse nazionale - Soggetti aggregatori
Descrizione:

A seguito della messa in esercizio della BDOE da parte del MIT, saranno individuate le linee di intervento evolutive cui si dovranno adeguare le stazioni appaltanti per integrare le proprie piattaforme di acquisto alla BDOE.

Risultati:
  • La BDOE verrà messa in esercizio attraverso l’integrazione con le basi dati degli enti titolari dei registri pubblici (dalla data di pubblicazione del decreto attuativo).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PA e imprese.

30 Gestione elettronica degli ordini verso i fornitori

Tempi:
Da ottobre 2019
Attori:
Ragioneria Generale dello Stato - AGID - Conferenza Stato Regioni - Ministero della Salute - Sogei - Aziende Sanitarie Pubbliche - Aziende fornitrici
Descrizione:

La Legge di Bilancio 2018 prevede - per gli enti del Sistema Sanitario Nazionale (SSN) - la trasmissione in forma elettronica dei documenti attestanti l’ordinazione e l’esecuzione degli acquisti di beni e servizi. La trasmissione è effettuata attraverso il Nodo di smistamento degli ordini.

Risultati:
  • RGS avvia e mette in esercizio il sistema di gestione (Nodo di smistamento degli ordini) come da Decreto attuativo ai sensi art.1 comma 414 della Legge 205/2017 (Legge di Bilancio 2018). Le PA adeguano i propri sistemi per emettere e trasmettere ordini elettronici attraverso NSO nel settore sanitario (da ottobre 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su aziende sanitarie e imprese del settore.

31 Gestione del formato europeo della Fattura Elettronica (EN)

Tempi:
Da aprile 2019
Attori:
Ministero dell'Economia e delle Finanze - Agenzia delle Entrate - AGID - Sogei - Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI)
Descrizione:

Recepimento, da parte dell’Agenzia delle Entrate, della Direttiva europea 2014/55 sulla fatturazione elettronica negli appalti pubblici che prevede l’obbligo da parte delle PA di accettare le fatture elettroniche anche in formato europeo.

Risultati:
  • Adeguamento del Sistema di Interscambio per gestire le fatture elettroniche in formato europeo prevedendo la possibile traduzione nel formato FatturaPA.

  • Le PAC aggiornano i propri sistemi per la ricezione e conservazione delle fatture (da aprile 2019). Le PAL aggiornano i propri sistemi per la ricezione e conservazione delle fatture (da aprile 2020).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PAC. Nel medio periodo, impatto su PAL.

32 Evoluzione tecnologica della piattaforma pagoPA

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Team per la trasformazione digitale - Banca d'Italia
Descrizione:

Continuo adeguamento tecnologico della piattaforma agli standard dei servizi di pagamento previsti dagli standard europei e internazionali in collaborazione e attraverso il coordinamento di Banca d’Italia per ottenere un miglioramento continuo dell’esperienza dei cittadini, delle pubbliche amministrazioni e dei Prestatori di Servizi di Pagamento.

Risultati:
  • Nuova versione back end di pagoPA (giugno 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo impatto, su PA e prestatori di servizi di pagamento.

33 Completamento dell’adesione alla piattaforma pagoPA

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Team per la trasformazione digitale - Soggetti obbligati ad aderire
Descrizione:

Completamento dell’attivazione dei servizi da parte di tutti i soggetti obbligati all’adesione alla piattaforma dei pagamenti entro i termini previsti dal CAD.

AGID, in collaborazione con le Regioni, svolge attività sul territorio indirizzate alla sensibilizzazione dei soggetti obbligati ad aderire, al fine di supportare la risoluzione delle problematiche bloccanti per l’adesione alla piattaforma. Sono forniti strumenti informatici e documentazione tecnica per favorire l’integrazione con pagoPA e ambienti di test a supporto degli sviluppatori; AGID e Team per la trasformazione digitale pubblicano i dati sull’evoluzione dell’adesione.

Risultati:
  • I soggetti obbligati ad aderire attivano i servizi nei tempi previsti dal CAD (dicembre 2019)

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PA e prestatori di servizi di pagamento.

34 Monitoraggio tecnico e dell’attivazione dei servizi di pagoPA

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Team per la trasformazione digitale - Soggetti obbligati ad aderire - Prestatori di Servizi di Pagamento aderenti
Descrizione:

AGID effettua sia il monitoraggio continuo dello stato di avanzamento dell’attivazione dei servizi da parte dei soggetti obbligati ad aderire a pagoPA, sia il monitoraggio continuo delle performance del sistema e dell’efficacia delle procedure operative, rispetto ad indicatori di qualità definiti. Rileva la presenza di problemi, individua le soluzioni e mette in atto azioni di accompagnamento.

Risultati:
  • Aumento dei transati a partire dagli attuali 13 mln, da gennaio 2019, a circa 30 mln. (dicembre 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PA e cittadini.

35 Dispiegamento del sistema SIOPE+

Tempi:
In corso
Attori:
Ragioneria Generale dello Stato - Banca d'Italia - AGID - PA
Descrizione:

A fronte della conclusione delle fasi di sperimentazione, chiuse nel 2017, il sistema è andato a regime nel 2018 per tutti i Comuni, le Regioni, le ASL e le Aziende ospedaliere. Da gennaio 2019 entrano in SIOPE+ anche le Università, Enti di Ricerca, Autorità Portuali, Enti Parco e, con successivi decreti, verranno individuati gli ulteriori enti (scuole, istituti di formazione, ecc.).

AGID emette le regole tecniche per gestione dei documenti informatici relativi agli ordinativi di incasso e pagamento e le Linee guida intese come vademecum per l’adozione delle regole tecniche stesse, secondo un piano di attività che prevede un aggiornamento periodico degli standard OPI.

Risultati:
  • AGID emette nuove versioni delle regole tecniche OPI e delle Linee guida (luglio 2019).

  • MEF-RGS fornisce supporto alle amministrazioni per l’adesione al sistema e per l’estensione ad altri Enti pubblici (da gennaio 2019).

  • Banca d’Italia gestisce l’infrastruttura IT del sistema (da gennaio 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA.

36 Revisione della piattaforma open data Soldipubblici

Tempi:
Da giugno 2019
Attori:
Ragioneria Generale dello Stato - Banca d'Italia - AGID - PA
Descrizione:

Soldipubblici](http://soldipubblici.gov.it/it/home) è una piattaforma open data che rende facilmente accessibili ai cittadini i dati dei pagamenti della Pubblica Amministrazione. Fino ad oggi l’obiettivo è stato quello di garantire la piena trasparenza e permettere sia ai cittadini che alle stesse pubbliche amministrazioni l’analisi e il monitoraggio costante delle spese.

L’ipotesi di revisione prevede una evoluzione del ruolo di Soldipubblici verso uno strumento, wizard like, di aggregazione e visualizzazione di dati ed informazioni di previsione, di entrata e di spesa. I dati dei pagamenti della PA sono estratti dalle banche dati del sistema informativo SIOPE, il quale alimenta anche la Banca Dati delle Amministrazioni Pubbliche (BDAP) che, oltre ai dati di incasso e pagamento ha anche molte altre informazioni, previsionali e di consuntivo, di natura economico-finanziaria. Esistono poi tutti i cataloghi open data, in larga parte federati da dati.gov.it, che le amministrazioni, sia centrali che locali, hanno prodotto e alimentano costantemente. Tutte le fonti di dati possono dare un contributo alla costruzione di una informazione strutturata e multilivello di cui Soldipubblici potrebbe essere lo strumento di visualizzazione evoluta.

Gli attori effettuano la revisione della piattaforma integrandola con ulteriori servizi di estrazione dati (ad es. per territorio, per categoria di ente, per voce di bilancio ecc.)

Risultati:
  • Piattaforma Soldipubblici aggiornata (dicembre 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PA; nel medio periodo, impatto su cittadini e imprese.

37 Evoluzione del sistema NoiPA e valorizzazione del patrimonio informativo gestito

Tempi:
In corso
Attori:
Ministero dell'Economia e delle Finanze - AGID - PA - Dipartimento della Funzione Pubblica - Istituto nazionale della previdenza sociale
Descrizione:

Le attività previste sono:

  • realizzare il nuovo sistema di gestione del personale pubblico a copertura di tutti i processi amministrativi di gestione del personale (servizi anagrafici, servizi integrati stipendiali, servizi di rilevazione presenze, servizi giuridici);

  • realizzare e rilasciare componenti aggiuntivi collegati ad esigenze di valutazione e sviluppo del personale pubblico;

  • realizzare la base dati del personale della PA;

  • valorizzare il patrimonio informativo gestito attraverso l’implementazione di componenti specifici per abilitare l’integrazione con informazioni e servizi di altri stakeholder istituzionali coinvolti nei processi di gestione del personale pubblico.

Le amministrazioni non ancora aderenti al sistema potranno procedere a comunicare entro il 2019 la propria adesione per successivamente migrare ed adottare il sistema NoiPA, secondo la programmazione concordata con il MEF.

Risultati:
  • Completamento del nuovo sistema NoiPA (data di rilascio: dicembre 2020).

  • Richiesta di adesioni delle PA (entro il 2019).

  • Avvio dell’erogazione del servizio (giugno 2019).

  • Abilitazione della condivisione del patrimonio informativo gestito (giugno 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA e stakeholder istituzionali coinvolti.

38 Linee Guida SPID

Tempi:
In corso
Attori:
AGID
Descrizione:

Al fine di favorire l’avvio dell’iter per l’emanazione ai sensi dell’art 71 del CAD, AGID predispone e pubblica in consultazione Linee guida relative ai seguenti argomenti:

  • identità digitali per uso professionale;

  • user experience;

  • firma ex art. 20 del Codice dell’amministrazione digitale;

  • adesione delle Attribute authority;

  • OpenID Connect.

A chiusura della fase di consultazione, le linee guida seguiranno le modalità di emanazione previste dall’articolo 71 comma 1 del CAD.

Risultati:
  • Linee guida per il rilascio delle identità digitali per uso professionale (giugno 2019).

  • Linee guida user experience (giugno 2019).

  • Linee guida per l’implementazione di sistemi per la firma ex art. 20 del Codice dell’amministrazione digitale attraverso SPID (giugno 2019).

  • Linee guida per l’adesione in SPID delle Attribute authority in qualità di gestori di attributi qualificati (giugno 2019).

  • Linee guida OpenID connect (giugno 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA e sulle imprese (identity provider e service provider privati).

39 Attività a seguito della notifica di SPID alla Commissione Europea

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Commissione Europea - Stati membri - PA
Descrizione:

Riconoscimento del sistema di identificazione elettronica SPID da parte degli altri Stati membri e possibilità di utilizzo per l’accesso ai servizi in rete della PA.

Risultati:
  • SPID è abilitato all’uso per l’accesso ai servizi online delle PA all’interno dell’Unione Europea (ottobre 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA degli Stati membri e sui cittadini.

40 Integrazione con le identità digitali a livello europeo

Tempi:
In corso
Attori:
AGID
Descrizione:

Le identità digitali, notificate ai sensi del regolamento eIDAS, consentiranno di accedere ai servizi offerti da tutti gli Stati membri dell’Unione Europea. Attraverso il progetto FICEP è in via di completamento il primo “server trasfrontaliero italiano” che consente circolarità delle identità digitali.

Risultati:
  • Messa in esercizio del nodo FICEP.

  • Primo report sull’onboarding delle pubbliche amministrazioni e dei privati (entro dicembre 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA europee e sui cittadini.

41 Analisi diffusione di SPID ai fini dello switch-off

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - PA
Descrizione:

AGID sviluppa uno studio sulla stabilità del sistema SPID ai fini del suo utilizzo esclusivo quale sistema di identificazione ai servizi online, ai sensi dell’art. 64 del CAD.

Risultati:
  • Pubblicazione studio relativo alla stabilità di SPID ai fini dello switch-off (ottobre 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA.

42 Emissione della CIE all’estero

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Ministero dell'Interno - Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - Comuni - Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Descrizione:

Rendere le sedi di alcuni Consolati pilota in grado di accettare le richieste di CIE da parte degli italiani residenti all’estero.

Risultati:
  • Emissione della CIE all’estero nei Consolati pilota (da aprile 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PA e cittadini.

43 Notifica eIDAS

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Ministero dell'Interno - Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Descrizione:

Riconoscimento della CIE come strumento di autenticazione ai servizi in rete della PA degli altri Stati membri della UE. Predisposizione da parte di AGID del processo previsto per la necessaria notifica alla Commissione Europea del sistema CIE come mezzo di identificazione elettronica riconosciuto tra gli Stati membri della UE, come previsto dall’art. 9 del Regolamento eIDAS e successiva Decisione Esecutiva EU 2015/1984.

Risultati:
  • Avvio da parte di AGID del processo previsto per la notifica alla Commissione Europea del sistema CIE come mezzo di identificazione elettronica riconosciuto tra gli Stati membri dell’UE, come previsto dall’art. 9 del Regolamento eIDAS e successiva Decisione Esecutiva EU 2015/1984 (da aprile 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PA degli Stati membri dell’UE.

44 Accesso ai servizi online con CIE

Tempi:
Da dicembre 2019
Attori:
AGID - Ministero dell'Interno - Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Descrizione:

Realizzazione di un’infrastruttura in grado di permettere la realizzazione di servizi online, anche mobile, che utilizzino la CIE come sistema di identificazione.

Risultati:
  • Integrazione della CIE come strumento di identificazione nei servizi online della PA (entro dicembre 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA.

45 Nuove Linee Guida per la formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Conferenza Stato Regioni - Garante Privacy - Amministrazioni partecipanti
Descrizione:

Attraverso l’analisi dettagliata delle regole tecniche vigenti, si intendono aggiornare le attuali Linee guida e addivenire ad un unicum che contempli tutti gli aspetti previsti all’art. 71 dal nuovo CAD (ex D.Lgs. 217/2017) in materia di formazione, gestione e conservazione del documento digitale.

Redazione, consultazione, approvazione e pubblicazione delle Linee guida (secondo i passaggi istituzionali).

Risultati:
  • Linee guida per la formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici (giugno 2019).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA e su conservatori accreditati.

46 Modelli per l'interoperabilità tra sistemi di gestione documentale delle PA

Tempi:
Da gennaio 2019
Attori:
AGID - PA - Associazioni di categoria - Consulenti di settore
Descrizione:

Definizione, progettazione e sviluppo di modelli e applicativi standard, conformi alle Linee guida e regole di interoperabilità delle PA che saranno definite da AGID entro il 2019. I componenti applicativi sviluppati, una volta diffusi all’interno delle PA coinvolte, garantiranno:

  • l’interoperabilità tra i sistemi di gestione documentale già esistenti nelle pubbliche amministrazioni;

  • l’integrazione tra sistemi di gestione documentale e poli di conservazione, con funzionalità di ricerca e monitoraggio di tipo avanzato.

Tali moduli potranno essere adottati in sussidiarietà dalle amministrazioni al fine di velocizzare la gestione completamente digitale del documento amministrativo.

L’obiettivo è quello di consentire a cittadini ed imprese un accesso razionalizzato ai documenti prodotti nell’ambito di tali procedimenti.

Risultati:
  • Realizzazione moduli di interoperabilità (giugno 2020).

Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA e su conservatori accreditati.

47 Progetto di redazione di linee guida di interoperabilità tra sistemi di conservazione

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Agenzia Industrie Difesa - Consiglio Nazionale del Notariato - Archivio Centrale dello Stato - Direzione generale Archivi
Descrizione:

Gli attori condividono le esperienze maturate in materia di conservazione dei documenti informatici, con particolare attenzione alle soluzioni metodologiche, organizzative e tecniche adottate, nonché all’analisi delle tipologie di documenti e oggetti digitali (testo, immagini, filmati) prodotti e che dovranno essere oggetto di conservazione da parte della PA (formati, procedure di sicurezza, firme, dematerializzazione). È svolta una sperimentazione finalizzata a identificare e analizzare eventuali problematiche nella trasmissione di pacchetti di conservazione tra le parti e a individuare le modalità di comunicazione più idonee adottabili per la comunicazione tra diversi sistemi di conservazione. Gli attori definiscono infine uno schema architetturale e funzionale di procedure che consentano la conservazione permanente e le attività di scarto e di controllo su fascicoli e documenti che devono andare in conservazione.

Il progetto sarà sviluppato in quattro fasi di lavoro:

  • identificazione delle soluzioni adottabili per garantire l’interoperabilità e la comunicazione tra sistemi di conservazione;

  • definizione delle modalità più opportune per garantire l’invio delle diverse tipologie di documenti informatici in conservazione, nel rispetto delle caratteristiche di qualità, sicurezza, integrità ed immodificabilità;

  • identificazione delle caratteristiche tecnologico-organizzative della rete dei Poli di conservazione e di un punto di accesso ai documenti in conservazione per l’Archivio Centrale dello Stato;

  • identificazione di regole per l’interoperabilità e la trasferibilità dei documenti informatici tra i sistemi di conservazione diversi, da mettere in consultazione pubblica.

Risultati:
  • Pubblicazione, previa consultazione pubblica, da parte di AGID delle regole di interoperabilità per i sistemi di conservazione a livello nazionale (dicembre 2021).

Aree di intervento:

Nel medio periodo, impatto sulle PA.

48 Progetto di dematerializzazione documenti della PA

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - PA
Descrizione:

Promuovere la piena digitalizzazione dell’attività amministrativa attraverso la progressiva dematerializzazione degli archivi correnti. Supportare le amministrazioni nell’individuazione di soluzioni e modelli organizzativi orientati alla completa digitalizzazione dei processi. Le amministrazioni comunicano ad AGID l’avvio e la conclusione del processo di dematerializzazione avviato all’interno di ciascuna Area Organizzativa Omogenea (AOO). AGID pubblica il primo report a fine 2021.

Risultati:
  • Dematerializzazione degli archivi correnti delle pubbliche amministrazioni centrali: il 40% delle PA hanno concluso progetti di dematerializzazione degli archivi correnti e quindi risolto contratti di locazione degli spazi di stoccaggio degli archivi cartacei. (dicembre 2021).

Aree di intervento:

Nel medio periodo, impatto sulle PA.

49 Promozione della circolarità anagrafica

Tempi:
In corso
Attori:
Ministero dell'Interno - AGID - Sogei - PA - Gestori di pubblici servizi - Società controllate dalla PA
Descrizione:

La linea di azione si sviluppa in due fasi:

  1. Definizione di un modello di Accordo di servizio e di un processo facilitato per le stipule che indichi:
  • le finalità istituzionali per cui si richiede l’accesso ai dati ANPR;

  • le modalità tecnico-amministrative con cui accedere;

  • la definizione dei data service a cui poter accedere.

Verrà predisposto un sistema web per facilitare l’adesione all’Accordo di servizio ai soggetti che ne hanno diritto.

  1. Stipula degli Accordi di servizio
Risultati:
  • Modello di Accordo di servizio e processo per la stipula degli Accordi (gennaio 2019);

  • Stipula degli Accordi (da febbraio 2019).

Aree di intervento:

Nel breve e medio periodo impatto sulle PA, gestori di pubblici servizi, società controllate dalle PA.

50 Visura anagrafica e Certificazione anagrafica nazionale

Tempi:
In corso
Attori:
Ministero dell'Interno - AGID - Sogei
Descrizione:

ANPR permette a tutti i cittadini di visualizzare, anche attraverso SPID, la propria situazione anagrafica (visura anagrafica), e quella della famiglia anagrafica in cui è inserito, consultabili tramite web app resa disponibile a livello nazionale.

ANPR rende possibile, anche attraverso i servizi fiduciari previsti dal regolamento europeo eIDAS, per garantire l’autenticità della fonte, la realizzazione di un servizio di certificazione anagrafica nazionale on-line.

Risultati:
  • Disponibilità visura anagrafica on-line per i cittadini (gennaio 2019).

  • Disponibilità certificazione dei dati anagrafici on-line per i cittadini (dicembre 2019).

Aree di intervento:

Visura anagrafica: nel breve periodo sui cittadini le PA locali

Certificazione online: nel medio periodo sui cittadini, le PA locali e gli ordini professionali.

28 Adeguamento/evoluzione delle piattaforme telematiche di e-procurement

Tempi:
In corso
Attori:
PA
Descrizione:

Le amministrazioni esercitano le proprie funzioni di stazione appaltante avvalendosi di sistemi telematici di acquisto e negoziazione (piattaforme telematiche). L’utilizzo di tali sistemi avviene nei seguenti termini:

  • utilizzo di una piattaforma già in possesso dell’amministrazione;

  • utilizzo di una piattaforma messa a disposizione da uno dei soggetti aggregatori e/o da Centrali di committenza;

  • riuso del software messo a disposizione da altre PA;

  • utilizzo di servizi per le piattaforme offerti in SaaS da operatori di mercato.

Nella fase di adozione delle piattaforme telematiche di e-procurement, l’Agenzia fornirà supporto alle Regioni nello sviluppo di piattaforme che saranno messe a disposizione delle amministrazioni territoriali.

Risultati:
  • Le piattaforme dovranno adeguarsi alle regole tecniche del Decreto ministeriale di cui all’articolo 44 del Codice dei Contratti Pubblici (dalla data di pubblicazione del decreto attuativo).
Aree di intervento:

Nel breve e medio periodo, impatto sulle PA e sulle imprese fornitrici delle piattaforme.

29 Messa in esercizio della BDOE

Tempi:
In corso
Attori:
Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - AGID - Autorità Nazionale Anticorruzione - Pubbliche amministrazioni titolari di basi dati di interesse nazionale - Soggetti aggregatori
Descrizione:

A seguito della messa in esercizio della BDOE da parte del MIT, saranno individuate le linee di intervento evolutive cui si dovranno adeguare le stazioni appaltanti per integrare le proprie piattaforme di acquisto alla BDOE.

Risultati:
  • La BDOE verrà messa in esercizio attraverso l’integrazione con le basi dati degli enti titolari dei registri pubblici (dalla data di pubblicazione del decreto attuativo).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PA e imprese.

30 Gestione elettronica degli ordini verso i fornitori

Tempi:
Da ottobre 2019
Attori:
Ragioneria Generale dello Stato - AGID - Conferenza Stato Regioni - Ministero della Salute - Sogei - Aziende Sanitarie Pubbliche - Aziende fornitrici
Descrizione:

La Legge di Bilancio 2018 prevede - per gli enti del Sistema Sanitario Nazionale (SSN) - la trasmissione in forma elettronica dei documenti attestanti l’ordinazione e l’esecuzione degli acquisti di beni e servizi. La trasmissione è effettuata attraverso il Nodo di smistamento degli ordini.

Risultati:
  • RGS avvia e mette in esercizio il sistema di gestione (Nodo di smistamento degli ordini) come da Decreto attuativo ai sensi art.1 comma 414 della Legge 205/2017 (Legge di Bilancio 2018). Le PA adeguano i propri sistemi per emettere e trasmettere ordini elettronici attraverso NSO nel settore sanitario (da ottobre 2019).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su aziende sanitarie e imprese del settore.

31 Gestione del formato europeo della Fattura Elettronica (EN)

Tempi:
Da aprile 2019
Attori:
Ministero dell'Economia e delle Finanze - Agenzia delle Entrate - AGID - Sogei - Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI)
Descrizione:

Recepimento, da parte dell’Agenzia delle Entrate, della Direttiva europea 2014/55 sulla fatturazione elettronica negli appalti pubblici che prevede l’obbligo da parte delle PA di accettare le fatture elettroniche anche in formato europeo.

Risultati:
  • Adeguamento del Sistema di Interscambio per gestire le fatture elettroniche in formato europeo prevedendo la possibile traduzione nel formato FatturaPA.
  • Le PAC aggiornano i propri sistemi per la ricezione e conservazione delle fatture (da aprile 2019). Le PAL aggiornano i propri sistemi per la ricezione e conservazione delle fatture (da aprile 2020).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PAC. Nel medio periodo, impatto su PAL.

33 Completamento dell’adesione alla piattaforma pagoPA

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Team per la trasformazione digitale - Soggetti obbligati ad aderire
Descrizione:

Completamento dell’attivazione dei servizi da parte di tutti i soggetti obbligati all’adesione alla piattaforma dei pagamenti entro i termini previsti dal CAD.

AGID, in collaborazione con le Regioni, svolge attività sul territorio indirizzate alla sensibilizzazione dei soggetti obbligati ad aderire, al fine di supportare la risoluzione delle problematiche bloccanti per l’adesione alla piattaforma. Sono forniti strumenti informatici e documentazione tecnica per favorire l’integrazione con pagoPA e ambienti di test a supporto degli sviluppatori; AGID e Team per la trasformazione digitale pubblicano i dati sull’evoluzione dell’adesione.

Risultati:
  • I soggetti obbligati ad aderire attivano i servizi nei tempi previsti dal CAD (dicembre 2019)
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PA e prestatori di servizi di pagamento.

34 Monitoraggio tecnico e dell’attivazione dei servizi di pagoPA

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Team per la trasformazione digitale - Soggetti obbligati ad aderire - Prestatori di Servizi di Pagamento aderenti
Descrizione:

AGID effettua sia il monitoraggio continuo dello stato di avanzamento dell’attivazione dei servizi da parte dei soggetti obbligati ad aderire a pagoPA, sia il monitoraggio continuo delle performance del sistema e dell’efficacia delle procedure operative, rispetto ad indicatori di qualità definiti. Rileva la presenza di problemi, individua le soluzioni e mette in atto azioni di accompagnamento.

Risultati:
  • Aumento dei transati a partire dagli attuali 13 mln, da gennaio 2019, a circa 30 mln. (dicembre 2019).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PA e cittadini.

35 Dispiegamento del sistema SIOPE+

Tempi:
In corso
Attori:
Ragioneria Generale dello Stato - Banca d'Italia - AGID - PA
Descrizione:

A fronte della conclusione delle fasi di sperimentazione, chiuse nel 2017, il sistema è andato a regime nel 2018 per tutti i Comuni, le Regioni, le ASL e le Aziende ospedaliere. Da gennaio 2019 entrano in SIOPE+ anche le Università, Enti di Ricerca, Autorità Portuali, Enti Parco e, con successivi decreti, verranno individuati gli ulteriori enti (scuole, istituti di formazione, ecc.).

AGID emette le regole tecniche per gestione dei documenti informatici relativi agli ordinativi di incasso e pagamento e le Linee guida intese come vademecum per l’adozione delle regole tecniche stesse, secondo un piano di attività che prevede un aggiornamento periodico degli standard OPI.

Risultati:
  • AGID emette nuove versioni delle regole tecniche OPI e delle Linee guida (luglio 2019).
  • MEF-RGS fornisce supporto alle amministrazioni per l’adesione al sistema e per l’estensione ad altri Enti pubblici (da gennaio 2019).
  • Banca d’Italia gestisce l’infrastruttura IT del sistema (da gennaio 2019).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA.

36 Revisione della piattaforma open data Soldipubblici

Tempi:
Da giugno 2019
Attori:
Ragioneria Generale dello Stato - Banca d'Italia - AGID - PA
Descrizione:

Soldipubblici](http://soldipubblici.gov.it/it/home) è una piattaforma open data che rende facilmente accessibili ai cittadini i dati dei pagamenti della Pubblica Amministrazione. Fino ad oggi l’obiettivo è stato quello di garantire la piena trasparenza e permettere sia ai cittadini che alle stesse pubbliche amministrazioni l’analisi e il monitoraggio costante delle spese.

L’ipotesi di revisione prevede una evoluzione del ruolo di Soldipubblici verso uno strumento, wizard like, di aggregazione e visualizzazione di dati ed informazioni di previsione, di entrata e di spesa. I dati dei pagamenti della PA sono estratti dalle banche dati del sistema informativo SIOPE, il quale alimenta anche la Banca Dati delle Amministrazioni Pubbliche (BDAP) che, oltre ai dati di incasso e pagamento ha anche molte altre informazioni, previsionali e di consuntivo, di natura economico-finanziaria. Esistono poi tutti i cataloghi open data, in larga parte federati da dati.gov.it, che le amministrazioni, sia centrali che locali, hanno prodotto e alimentano costantemente. Tutte le fonti di dati possono dare un contributo alla costruzione di una informazione strutturata e multilivello di cui Soldipubblici potrebbe essere lo strumento di visualizzazione evoluta.

Gli attori effettuano la revisione della piattaforma integrandola con ulteriori servizi di estrazione dati (ad es. per territorio, per categoria di ente, per voce di bilancio ecc.)

Risultati:
  • Piattaforma Soldipubblici aggiornata (dicembre 2019).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PA; nel medio periodo, impatto su cittadini e imprese.

37 Evoluzione del sistema NoiPA e valorizzazione del patrimonio informativo gestito

Tempi:
In corso
Attori:
Ministero dell'Economia e delle Finanze - AGID - PA - Dipartimento della Funzione Pubblica - Istituto nazionale della previdenza sociale
Descrizione:

Le attività previste sono:

  • realizzare il nuovo sistema di gestione del personale pubblico a copertura di tutti i processi amministrativi di gestione del personale (servizi anagrafici, servizi integrati stipendiali, servizi di rilevazione presenze, servizi giuridici);

  • realizzare e rilasciare componenti aggiuntivi collegati ad esigenze di valutazione e sviluppo del personale pubblico;

  • realizzare la base dati del personale della PA;

  • valorizzare il patrimonio informativo gestito attraverso l’implementazione di componenti specifici per abilitare l’integrazione con informazioni e servizi di altri stakeholder istituzionali coinvolti nei processi di gestione del personale pubblico.

Le amministrazioni non ancora aderenti al sistema potranno procedere a comunicare entro il 2019 la propria adesione per successivamente migrare ed adottare il sistema NoiPA, secondo la programmazione concordata con il MEF.

Risultati:
  • Completamento del nuovo sistema NoiPA (data di rilascio: dicembre 2020).
  • Richiesta di adesioni delle PA (entro il 2019).
  • Avvio dell’erogazione del servizio (giugno 2019).
  • Abilitazione della condivisione del patrimonio informativo gestito (giugno 2019).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA e stakeholder istituzionali coinvolti.

39 Attività a seguito della notifica di SPID alla Commissione Europea

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Commissione Europea - Stati membri - PA
Descrizione:

Riconoscimento del sistema di identificazione elettronica SPID da parte degli altri Stati membri e possibilità di utilizzo per l’accesso ai servizi in rete della PA.

Risultati:
  • SPID è abilitato all’uso per l’accesso ai servizi online delle PA all’interno dell’Unione Europea (ottobre 2019).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA degli Stati membri e sui cittadini.

41 Analisi diffusione di SPID ai fini dello switch-off

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - PA
Descrizione:

AGID sviluppa uno studio sulla stabilità del sistema SPID ai fini del suo utilizzo esclusivo quale sistema di identificazione ai servizi online, ai sensi dell’art. 64 del CAD.

Risultati:
  • Pubblicazione studio relativo alla stabilità di SPID ai fini dello switch-off (ottobre 2019).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA.

42 Emissione della CIE all’estero

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Ministero dell'Interno - Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale - Comuni - Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
Descrizione:

Rendere le sedi di alcuni Consolati pilota in grado di accettare le richieste di CIE da parte degli italiani residenti all’estero.

Risultati:
  • Emissione della CIE all’estero nei Consolati pilota (da aprile 2019).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto su PA e cittadini.

45 Nuove Linee Guida per la formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici

Tempi:
In corso
Attori:
AGID - Conferenza Stato Regioni - Garante Privacy - Amministrazioni partecipanti
Descrizione:

Attraverso l’analisi dettagliata delle regole tecniche vigenti, si intendono aggiornare le attuali Linee guida e addivenire ad un unicum che contempli tutti gli aspetti previsti all’art. 71 dal nuovo CAD (ex D.Lgs. 217/2017) in materia di formazione, gestione e conservazione del documento digitale.

Redazione, consultazione, approvazione e pubblicazione delle Linee guida (secondo i passaggi istituzionali).

Risultati:
  • Linee guida per la formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici (giugno 2019).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA e su conservatori accreditati.

46 Modelli per l'interoperabilità tra sistemi di gestione documentale delle PA

Tempi:
Da gennaio 2019
Attori:
AGID - PA - Associazioni di categoria - Consulenti di settore
Descrizione:

Definizione, progettazione e sviluppo di modelli e applicativi standard, conformi alle Linee guida e regole di interoperabilità delle PA che saranno definite da AGID entro il 2019. I componenti applicativi sviluppati, una volta diffusi all’interno delle PA coinvolte, garantiranno:

  • l’interoperabilità tra i sistemi di gestione documentale già esistenti nelle pubbliche amministrazioni;

  • l’integrazione tra sistemi di gestione documentale e poli di conservazione, con funzionalità di ricerca e monitoraggio di tipo avanzato.

Tali moduli potranno essere adottati in sussidiarietà dalle amministrazioni al fine di velocizzare la gestione completamente digitale del documento amministrativo.

L’obiettivo è quello di consentire a cittadini ed imprese un accesso razionalizzato ai documenti prodotti nell’ambito di tali procedimenti.

Risultati:
  • Realizzazione moduli di interoperabilità (giugno 2020).
Aree di intervento:

Nel breve periodo, impatto sulle PA e su conservatori accreditati.

49 Promozione della circolarità anagrafica

Tempi:
In corso
Attori:
Ministero dell'Interno - AGID - Sogei - PA - Gestori di pubblici servizi - Società controllate dalla PA
Descrizione:

La linea di azione si sviluppa in due fasi:

  1. Definizione di un modello di Accordo di servizio e di un processo facilitato per le stipule che indichi:
  • le finalità istituzionali per cui si richiede l’accesso ai dati ANPR;

  • le modalità tecnico-amministrative con cui accedere;

  • la definizione dei data service a cui poter accedere.

Verrà predisposto un sistema web per facilitare l’adesione all’Accordo di servizio ai soggetti che ne hanno diritto.

  1. Stipula degli Accordi di servizio
Risultati:
  • Modello di Accordo di servizio e processo per la stipula degli Accordi (gennaio 2019);
  • Stipula degli Accordi (da febbraio 2019).
Aree di intervento:

Nel breve e medio periodo impatto sulle PA, gestori di pubblici servizi, società controllate dalle PA.

torna all'inizio dei contenuti